Canopy è un’installazione interattiva che invita i suoi visitatori a potenziare la propria esperienza diventando parte di essa: grazie ai generatori azionati dalle pedalate di ciascun visitatore, l’installazione prende vita. Le sculture luminose simili ad alberi si trasformano, si illuminano, emettono suoni ed si espandono continuamente, grazie appunto al movimento di ciascuna bicicletta. Canopy incoraggia i suoi visitatori offrendo loro un’esperienza interattiva che pone l’accento sulla generazione di elettricità verde: ciascun “ciclista” vedrà trasformati i propri sforzi, coinvolgendo anche gli altri spettatori in una visione in continua trasformazione. Queste sculture non sono mai ferme, i loro contorni e movimenti cambiano continuamente grazie all’interazione. Canopy è la prima collaborazione tra lo studio di arte e architettura gonfiabile Pneuhaus e Bike Powered Events, azienda di progettazione di esperienze basate su biciclette Can-duit.

L’opera è ispirata al fenomeno del “Crown Shyness” (Timidezza della chioma), dove la chioma di diversi alberi vicini cresce e si modella in modo da non toccarsi tra di loro, formando così incredibili disegni; così le singole unità di Canopy si uniscono a piena inflazione per creare una rete luminosa di colori che si estende sia sui fruitori attivi che sugli spettatori. Canopy attiva un processo collaborativo dove tutti condividono e mettono in circolo energia.

Ogni baldacchino è realizzato in nylon bianco flessibile che lascia passare la luce trasmessa attraverso LED. Mentre si riempiono e rilasciano aria, ruotano lentamente. Alla luce del giorno le tettoie sono bianche e riflettono i colori ambientali del cielo e del sito mentre si mescolano sottilmente con i colori proiettati dai LED all’interno.

 

LO STUDIO

I Pneuhaus sono uno studio d’arte e di design americano, specializzati in dinamici e vivaci trasformazioni dello spazio pubblico. Le sculture e gli ambienti immersivi guidano i visitatori nell’universo dei loro sensi e nelle gioie dell’esperienza condivisa. Ispirati dalla fisica, dalla biologia e dall’artigianato, il lavoro dello studio incorpora le lezioni della natura sia nella forma che nella funzione.